Aptera Sol: arriva l’auto che si ricarica con i pannelli fotovoltaici

Aptera: va a ruba l'auto solare a tre ruote e 1.600 km di autonomia

Sono già 7 mila le prenotazioni di Aptera Sol. Un dato decisamente interessante, che sfrutta l’ondata di popolarità che ha riguardato il veicolo su internet. Aptera Sol è un’auto con molte caratteristiche innovative, tra cui una copertura in pannelli solari sulla scocca che permette di ricaricare la batteria del veicolo con energia solare e di garantire così 70 chilometri di autonomia al giorno.

Parliamo di un veicolo a tre ruote, che accoglie due persone, ed è dotato di due powertrain, da 100 e da 150 kW, che gli permettono di passare da 0 a 100 km/h in circa 3,5 secondi. Quest’auto consente di percorrere fino a 1.000 miglia con una ricarica: circa 1.610 km.

Altra peculiarità di Aptera Sol è sicuramente il suo aspetto estetico, con forme accattivanti e un colore bianco perla che le ha permesso di spopolare anche su YouTube, dove il video che la presenta ha ottenuto più di 100 mila visualizzazioni. Non male per un veicolo di nicchia, certamente atipico rispetto a ciò a cui siamo abituati. Il video mostra il design definitivo di Aptera Sol, ovvero il medesimo che vedremo sulle strade (inizialmente statunitensi) a partire dal prossimo anno.

E dire che la Aptera Motors che ha finanziato questo progetto ha dichiarato bancarotta nel 2011, dopo 6 anni di infruttuoso lavoro di ricerca e sviluppo sulla tecnologia di alimentazione solare che troviamo alla base del veicolo. Ma nel 2020 in Aptera sono riprese le attività e il progetto è andato avanti velocemente, fino al punto in cui la giovane azienda con sede a San Diego è stata in grado di accettare le prime prenotazioni.

Il prezzo di Aptera Sol è altresì interessante, visto che il modello base viene venduto a circa 21 mila euro. Si tratta di una versione con batteria e propulsori depotenziati, capace di garantire 400 chilometri di autonomia. Per la variante da 1.600 chilometri di autonomia, invece, servono circa 37 mila euro, ai quali va aggiunto il costo degli optional.

Fonte: https://auto.hwupgrade.it/news/tecnologia/

Che ne pensate? E’ questo il nuovo futuro delle auto?

Condividi l'articolo

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: