BMW lancia una sfida quantistica in collaborazione con AWS

La "Quantum Computing Challenge" proposta da BMW Group con il supporto di AWS incoraggia i ricercatori e le startup di tutto il mondo a sviluppare algoritmi quantistici innovativi per risolvere una serie di sfide industriali.

Dallo scorso 13 luglio, molti ricercatori, start up e aziende che lavorano nel settore dell’informatica quantistica si sono iscritte al prestigioso “BMW Group Quantum Computing Challenge“, un concorso che permetterà ai vincitori di acquisire il gruppo tedesco come cliente e di realizzare con loro una serie di progetti. Gestita in collaborazione con Amazon Web Services (AWS), la sfida è stata voluta da BMW Group per incoraggiare i partecipanti a sviluppare algoritmi quantistici innovativi e per testare le loro soluzioni su tecnologie di calcolo quantistico reali.

Automotive e informatica quantistica

La nuova frontiera dell’industria automotive potrebbe essere proprio l’informatica quantistica. In Germania, infatti, ben 10 aziende del calibro di BASF, BMW Group, Boehringer Ingelheim, Bosch, Infineon, Merck, Munich Re, SAP, Siemens e Volkswagen hanno creato il “Quantum Technology and Application Consortium” (QUTAC), un consorzio nato per sviluppare, testare e condividere nuove conoscenze e applicazioni in molteplici settori (tecnologico, chimico, farmaceutico, assicurativo e automobilistico). Le potenzialità dell’informatica quantistica sono infinite: per quanto riguarda il settore dell’automotive si parla di guida automatizzata (con lo sviluppo di algoritmi dedicati per ottimizzare il traffico), di ricerca di nuovi materiali (le batterie ad alte prestazioni destinate ai veicoli elettrici) oltre ad altre aree di applicazioni che permetteranno di elaborare soluzioni innovative rispetto a quelle che si avrebbero con metodi convenzionali. Un entusiasmo confermato anche da Peter Lehnert, Vice President BMW Group Research, New Technologies: “Il panorama tecnologico nel campo dell’informatica quantistica sta cominciando a prendere forma. Diverse aziende e istituti di ricerca stanno seguendo approcci di diverso tipo. Lanciando questa sfida pubblica, noi di BMW Group speriamo di dare un’ulteriore spinta innovativa al settore che non sarebbe stata possibile con un concorso standard”. 

Le sfide proposte dagli esperti del BMW Group 

Gli esperti del BMW Group hanno identificato oltre 50 sfide in cui il calcolo quantistico potrebbe fornire un potenziale vantaggio rispetto ai metodi più classici di calcolo. La Quantum Computing Challenge si concentrerà principalmente su quattro aree specifiche:

1. Ottimizzazione delle posizioni dei sensori per le funzioni di guida automatizzata

2. Simulazione della deformazione del materiale nel processo di produzione

3. Ottimizzazione della configurazione del veicolo di pre-produzione

4. Machine Learning per la valutazione automatizzata della qualità

La collaborazione tra AWS e BMW Group

Partner di questa operazione sarà Amazon Web Services che supporterà BMW Group tramite Amazon Quantum Solutions Lab, un gruppo di professionisti/esperti che hanno contribuito a definire i parametri della sfida e che faranno parte del panel che selezionerà i vincitori. AWS permetterà ai partecipanti di utilizzare Amazon Braket per testare gli algoritmi quantistici presentati. “Il calcolo quantistico è ancora nelle fasi iniziali, nel lungo periodo il suo impatto promette di rivoluzionare molti settori”, ha affermato Bill Vass, vice presidente del settore Tecnologie presso AWS“Abbiamo lanciato Amazon Braket e creato Amazon Quantum Solutions Lab per aiutare le aziende che si preparano per il futuro. Siamo entusiasti di supportare BMW e la comunità quantistica in questa sfida innovativa”.

Per tutte le aziende e start up interessate ricordiamo che è possibile iscriversi fino al prossimo 24 settembre 2021. Per maggiori informazioni potete lasciarci un commento.

Fonte: https://edge9.hwupgrade.it/news/innovazione

Condividi l'articolo

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: